Descrizione

“Tutte le persone sono nate per essere felici. Tutte le persone vivono per trovare la felicità”. Così recita la legge divina, e così era solita dire la madre di Mirai Kakehashi al proprio figlio. Il ragazzo però ha perso tutto. La sua famiglia è stata sterminata a causa di un incidente, i suoi zii lo hanno accolto nella loro dimora facendogli subire ogni sorta di vessazione; la sua vita scolastica procede anonima e priva di particolari soddisfazioni. Sentendosi svuotato, privo di uno scopo e di ragioni per vivere, Mirai si getta da un grattacielo per porre fine alla sua esistenza, ma l’intervento dell’Angelo Nasse evita la sua fine prematura. Nasse si presenta come “angelo custode” di Mirai e gli concede alcuni doni.